about-Chi sono

Massimiliano Caldarone nasce a Torino il 1969 anno del gallo. all’eta´di  15 anni  abbandona la casa di famiglia e conseguentemente  la scuola artistica(che riprenderà solo da adulto)per iniziare a girovagare per il mondo.

 Il primo contatto con il vetro avvenne in Liguria,vedendo un maestro vetraio "ormai molto anziano " che  si dilettava con delle bacchette di vetro ed un piccolo cannello portatile,presso il laboratorio di un pittore amico di Massimiliano.

Bastarono pochi minuti  a questa mágica materia  trasparente che” danzava” tra le fiamme e le mani del maestro per impadronirsi  dell’anima del ragazzino!

 Il vecchio maestro gentilmente aiutó Massimiliano a fare i primi tentativi nell’arte vetraria ;per poi scomparire misteriosamente...(provabilmete per motivi di salute)

Non esistendo all'epoca scuole, internet, you tube o altra fonte per apprendere la lavorazione a lume del vetro o per comprare gli attrezzi necessari e lo stesso vetro;Massimiliano si rese conto che l’unica soluzione per seguira questa nuova passione era quella di andare a Murano e cercare lavoro presso una bottega.

Ma l’esperienza si rivelò un fallimento!

I Muranesi non furono disponibili(come prevedibile col senno di poi)a dare vitto e  alloggio,insegnando i propri segreti dell'arte secolare Muranese ad un giovane(all’epoca 17 enne)capellone giramondo...come  Massimiliano.

Deluso e abbattuto abbandonò l’idea di fare l’artigiano artista per seguire un percorso molto diverso....

 

Questo fino all’età di 28 anni ,quando in prigione (per falsificazione di documenti,truffe a banche ect)si trovò di fronte ad un bivio esistenziale obligatorio:continuare a delinquere o ricominciare tutto da capo e seguire una strada diversa?

prese la decisione di ritornare sui suoi passi e iniziare una nuova vita appena uscito di prigione e:costi quel che costi:ritornare a "danzare"con il vetro ed il fuoco per creare con le mani ed il cuore!

Una volta libero incominciò a mettere in pratica le proprie promesse,ci vollero anni di pratica,(spesso durante le ore notturne in cui era libero dagli impegni di lavori "onesti"necessari per vivere)

Prima di riuscire ad acquisire come auto didacta l’abilità `per creare un prodotto vendibile,ma alla fine ci riuscì inziando a partecipare a mercatini artigianali,fiere ect.

 

Nel 2012 ,dopo diversi anni d’esperienza quotidiana  col vetro,si trovava alle Canarie da  ormai 7 anni,luogo scelto per  flusso continuo di turismo,carattestica  che gli permise di continuare a praticare col vetro e vivere d'esso facendo  bigiotteria e miniature .

 

In una delle tante notti di “oblio” che facevano parte della vita (a volte estrema) di Massimiliano:visse un esperienza al limite..quasi  “mistica” che lo spinse a rivalutare seriamente il senso della  propia esistenza e specialmente di molte sue cattive abitudini!

Fù cosí che iniziò una terapia per eliminare le varie dipendenze che da sempre condizionavano la sua vita e soffocavano la sua coscienza e creatività.

Dopo circa sei mesi  senza gioco d’azzardo,alcol,tabacco,droghe ect.l’unica via di sfogo oltre alla terapia e alla meditazione era "danzare" tra le fiamme con il Vetro in modo quasi ossessivo(14-16 ore al giorno)cercando di lottare con le proprie astinenze ed i propri demoni...

In poco tempo iniziò a crescere in Massimiliano una sempre più forte creativitá e una maggiore coscienza,accompagnata dal graduale distacco dalle varie dipendenze .

In breve tempo acquistò  forza e si  rese conto che per evolversi a livello tecnico,artistico e spirituale doveva  abbandonare le belle Canarie e le persone che aveva imparato ad amare per seguire un nuovo percorso esistenziale.

così  decise di fare un viaggio a Venezia;patria dell’arte e del vetro.

 

Giunto  a Venezia se ne innamoró perdutamente e decise di fermarsi, 

realizzando il suo sogno di ragazzo:aprire una piccola bottega artística...che tutt’oggi gestisce e ama in campiello widman.

Campiello Widman :un luogo fuori dai percorsi turistici,dove i bimbi giocano correndo liberamente  illuminati dal sole e i pochi artisti e artigiani ,con botteghe  nella zona, si relazionano amichevolmente chiaccherando.

un posto dove  il tempo sembra si sia fermato e ci si arriva; solo se il destino lo desidera.

 

Il vetro questa materia che come noi può essere trasparente e morbida o dura e opaca. questa magica alchimia che ricorda l’acqua ma si deve lavorare con il fuoco .

l’amo perchè mi da la possibilità di entrare in una dimensione di  Meditazione Creativa e con i suoi contrasti estremi  mi ricorda la vita.

Massimiliano Caldarone

 

scendendo in ordine cronologico

 

down in chronological order

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Massimiliano Caldarone Campiello widman Cannaregio 5419 30121 Venezia e-mail caldarone.massimiliano@virgilio.it tel:0039 345 8179 190